Bryan Cranston ha riportato in vita Walter White da ‘Breaking Bad’ su ‘SNL’ ed è stata magia pura

Bryan Cranston ha riportato in vita Walter White da ‘Breaking Bad’ su ‘SNL’ ed è stata magia pura

Bryan Cranston ha riportato in vita Walter White da ‘Breaking Bad’ su ‘SNL’ ed è stata magia pura

Non sembra che il Saturday Night Live stia pensando di andarci piano prima o poi con Donald Trump (e con il materiale che fornisce, chi può incolparli?). Lo sketch di apertura di questa settimana era tutto sulle scelte sempre più problematiche di Trump per le posizioni di gabinetto. Ma chi è la persona scelta per condurre l’importantissima Drug Enforcement Agency? Beh, ovviamente Walter White da Breaking Bad.

Bryan Cranston ha reinterpretato il suo iconico ruole per spiegare perchè Walter White sarebbe la scelta ideale per questa posizione, nonostante il fatto che sia un trafficante di meth di prima categoria. Cranston ha interpretato la parte alla perfezione, insistendo che lui e Trump pensano che sia il momento di “make America cook again”. Indossando un cappello nero i suoi distintivi occhiali, Cranston ha allegramente detto agli spettatori che era pronto per gestire la DEA. Sapete, data la sua già ampia esperienza con l’agenzia.

Altri momenti salienti dallo sketch: Kate McKinnon ha riportato in vita il suo ruolo da Kellyanne Conway, la manager della campagna di Trump che è stata incaricata di difendere queste sempre più sconcertanti nomine di gabinetto. La scenetta è arrivata perfino a discutere la scelta di Trump per il campo dell’Environmental Protection Agency, l’avvocato generale dell’Oklahoma Scott Pruitt. Pruitt è un dichiarato sostenitore dei combustibili fossili, in diretta opposizione alla linea tradizionale dell’agenzia. Chiaramente, l’SNL si sta preparando al lungo cammino con Trump, così come fanno per qualsiasi altre presidente.

Ma la vera star dello sketch era Cranston, che ha fornito quel mix perfetto di minaccia e carisma che ha reso Walter White un personaggio così iconico. Dimostrando un supporto di tutto cuore allo stile di Trump, Cranston ha professato di apprezzare l’attitudine del presidente eletto: “Prima agisce e poi fa le domande”. Le idee di Trump per la costruzione di un muro tra l’America e il Messico è sembrata allettante anche al personaggio di White, che ha commentato con “meno competizione per noi altri”.

È stato un numero d’apertura virtuoso per il Saturday Night Live e un chiaro promemoria ai talenti rari di Bryan Cranston. Anche questo breve pezzo dimostra perché Breaking Bad  è stato un tremendo successo di critica e commerciale. E quando si parla dello spesso pericoloso gioco della politica, puoi sempre contare su un uomo come Walter White.

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *